Le nostre tecnologie

Il materiale delle meraviglie nelle materie plastiche

Il grafene, già definito “Il materiale delle meraviglie”, ora è da noi disponibile in granuli plastici in PE e PP per essere dosato nel materiale vergine, conferisce e modifica  le caratteristiche meccaniche e il modulo elastico, favorisce la dissipazione del calore, amplifica le caratteristiche elettriche sui pezzi termoplastici prodotti.

 

Ma che cos’è il grafene? E a cosa serve il Grafene?

“Non lo so! E’ come presentare un pezzo di plastica a un uomo di un secolo fa e chiedergli cosa ci si può fare. Un po’ di tutto, penso”

Questa fu una dichiarazione di Andrej Konstantinovič Gejm premio Nobel per la Chimica 2010
per i pionieristici esperimenti riguardanti il materiale bi-dimensionale chiamato grafene

È il materiale più sottile al mondo, costituito da un solo, singolo strato regolare e stabile di atomi di carbonio, e perciò convenzionalmente considerato bidimensionale: per ottenere un reticolo di grafene dello spessore di un millimetro sono necessari tre milioni di fogli. E tuttavia un singolo foglio è cento volte più resistente dell’acciaio (pari al diamante) e sei volte più elastico. Inoltre è uno straordinario conduttore elettrico e termico.

I due fisici ottengono così il premio Nobel nel 2010. Dopo la sua scoperta, il materiale bidimensionale con caratteristiche meccaniche uniche e dalle performace straordinarie è fonte d’interesse in tutto il mondo, molti centri di ricerca e aziende si stanno concentrando sul suo utilizzo pratico.

I nanomateriali sono già presenti nella produzione industriale in svariati settori.
Le potenzialità del grafene sono oggetto di studio nei reparti di ricerca e sviluppo delle aziende e in molte università.

Il grafene è legato a doppio filo con le nanotecnologie poiché si tratta di un materiale costituito da uno strato monoatomico, quindi con lo spesso un atomo, cioè tra 0,1 e 0,5 nanometri. (nanometro = un milionesimo di millimetro).

Questo materiale innovativo con le sue potenzialità si è guadagnato uno stanziamento di 1 miliardo di Euro dalla comunità europea attraverso il bando Horizon 2020.

I due scienziati, Andre Geim e Kostantin Novoselov, dell’università di Manchester che hanno fatto la sua scoperta sono stati premiati con il premio Nobel per la fisica nel 2010.

Questo materiale ha dimostrato sin dal sui albori di avere delle potenzialità talmente elevate da guadagnarsi il soprannome di “materiale delle meraviglie”.
Innanzitutto il grafene alle prove di laboratorio ha dimostrato essere tra i più leggeri e sottili materiali esistenti in natura, ma nonostante ciò esprime doti incomparabili in quanto a densità, trasparenza e resistenza allo stress 100 volte in più dell’acciaio.
Esso è inoltre un efficiente conduttore di calore ed elettricità associata a resistenza alle temperature e variazioni del PH.

Questo materiale bidimensionale è infatti ultrasottile, flessibile, trasparente, ha un’alta mobilità di carica elettrica (15000 cm2V-1s-1 rispetto al 1400 cm2V-1s-1 di silicio), elevata resistenza meccanica (modulo di Young del 1000 GPa rispetto a 200 GPa di acciaio), alta conducibilità termica (5000 Wm-1K-1 rispetto a 400 Wm-1K-1 di rame) ed elevata superficie (massimo teorico di di 2600 m2/g).

Attraverso l’integrazione nelle materie plastiche abbiamo realizzato un polimero ibrido in grado di essere integrato in manufatti plastici per conferire le caratteristiche desiderate in funzione all’applicazione richiesta.

PPG per l’integrazione del grafene nel polimero plastico base PP (POLIPROPILENE) e
PEG per l’integrazione del grafene nel polimero plastico base PET (POLIETILENTEREFTALATO)
Come integratore per l’innalzamento delle prestazioni meccaniche ed elastiche.

 

Thundercan

Dai minerali l’energia che distrugge i batteri

(Principio attivo brevettato – WO2010150074)
Composition for use as sanitizing, antiseptic, antibacterial, antimicotic, antiviral and/or antiodour.

 

Risultati dell’attività antibatterica del principio attivo

Prove effettuate dall’Istituto di Scienze Tossicologiche Igienistiche e Ambientali dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. (Rapporto di prova N.1/B/P/L.)

La valutazione è stata effettuata in piastre di TSA, addizionate della miscela ionizzante e inoculate con i microrganismi in esame, i dati tecnici riportati sono stati rilevati utilizzando prove e norme standardizzate o loro modificazioni.

Si dimostra l’efficacia antibatterica della miscela nei confronti dei ceppi batterici esaminati espressa come percentuale di riduzione, l’attività battericida nei confronti dei quattro ceppi utilizzati è risultata del 100%, in prove successive si è avuta la riduzione vicina al 100 % dei batteri anche su Legionella e Salmonella.

La miscela presa in esame ha evidenziato la proprietà sia di inibire la crescita dei microrganismi che quella di ucciderli.

Test ulteriore eseguito da NCT NEW CHEMICAL TECHNOLOY Srl rapporto di prova N° 1103007-004 e per il rilascio dei metalli con rapporto prova N°1005735-001, eseguiti dal Gruppo C.S.A Spa, laboratorio di prova accreditato con n.0181 da Accredia secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 per le prove riportate nell’elenco ufficiale reperibile presso il laboratorio o consultabile sul sito ACCREDIA.

Con le principali metodiche utilizzate ufficialmente e riconosciute secondo standard italiani ed internazionali (APAT CNR IRSA, ICRAM, APHA, UNICHIM, ASTM, SEPA, UNI EN, NIOSH ecc.).
Abbiamo così depositato richiesta di brevetto per l’integrazione di tale principio attivo, in granuli plastici miscelabili nella materia prima vergine per la produzione di componenti ed elementi plastici anche per uso alimentare.

BREVETTI

Giorgio Magalini
Brevetti depositati nel settore delle applicazioni magnetiche:

WO2008IT00764 20081216
(MAGNETIC CLAMPING DEVICE FOR HOLDING A WORKPIECE IN A PRECISELY FIXTURED POSITION)

WO2009IT00190 20090429
(MAGNETIC APPARATUS FOR CLAMPING FERROMAGNETIC WORKPIECES)

 


Carlo e Renzo Leardini
Brevetti depositati nel settore delle applicazioni chimiche:

IT2010MI00252 20100218
(COMPOSITION FOR USE AS SANITIZING, ANTISEPTIC, ANTIBACTERIAL, ANTIMICOTIC, ANTIVIRAL AND/OR ANTIODOUR)

IT2009RN00027 20090623
(UTILIZZO DEGLI OONI D’ARGENTO COME CONSERVANTE DI PRODOTTI IN TUTTE LE FORME FISICHE CONOSCIUTE E COME PRINCIPIO ATTIVO BATTERICIDA E IGIENIZZANTE E NEL TRATTAMENTO DELL’ACQUA E DEI LIQUIDI IN GENERE. )

IT2009RN00028 20090623
(UTILIZZO DEGLI IONI D’ARGENTO IN ABBINAMENTO ALLA TORMALINA COME CONSERVANTE DI PRODOTTI IN TUTTE LE FORME FISICHE CONOSCIUTE E COME PRINCIPIO ATTIVO BATTERICIDA E IGIENIZZANTE NEL LORO USO E NEL TRATTAMENTO DELL’ACQUA E DEI LIQUIDI IN GENERE.)

IT2008RN00041 20080717 
(BATTERICIDA PER MATERIALI PLASTICI, PITTURE E VERNICI PER USO ALIMENTARE, MEDICO,VETERINARIO, ZOOTECNICO, MANGIMISTICO, COMUNITA’, AGRICOLTURA, INDUSTRIALE E IGIENICO IN GENERE.)  

IT2008RN00042 20080717
(USO DELL’ALCOOL POLIVINILICO IN TUTTE LE SUE FORME IN SOLUZIONI E DISPERSIONI ACQUOSE PER IL TRATTAMENTO DI MANGIMI ANIMALI CON MEDICAMENTI, SPEZIE E ADDITIVI DI SAPONE.)

IT2007RN00017 20070323 
(PRODOTTO LAVANTE PER MEZZO DELLA IONIZZAZIONE DELL’ACQUA)

 


Giorgio Magalini, Carlo Leardini, Pietro Nacca
Patent Pending nel settore delle applicazioni ed impiego di materiale plastico:

IT201600070426
CONTENITORE PER GENERI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE PER BEVANDE

IT102015902347400
POLIMERI TERMOPLASTICI E POLIMERI IN GENERE MONO E BICOMPONENTI E POLIMERI EPOSIDICI, CARICATI CON UNA MISCELA DI MINERALI IONIZZANTI, METALLI E GRAFENE, CON LO SCOPO DI PRODURRE SEMILAVORATI O PRODOTTI FINITI AUTOIGIENIZZANTI, ANTIODORE, ANTIMICOTICI, BATTERIOSTATICI.

 

 

Lavoriamo assieme alla natura per trovare soluzioni al benessere dell’uomo.
Contattaci per saperne di più!